Vai alla barra degli strumenti
Description

Con un po’ d’improntitudine possiamo sostenere che il turismo iniziò quando ai nostri cavernicoli progenitori venne l’uzzolo di andare a scoprire che cosa ci fosse dall’altra parte dell’orizzonte, un viaggio esplorativo che, di solito, essi compivano a piedi almeno fin quando non furono in grado di addomesticare animali da soma come cavallo, asino, bue e cammello e di costruire natanti, all’incirca 130.000 anni fa. Va da sé che tali viaggi erano, come s’inclina a dire oggi, ecosostenibili nel senso che richiedevano il solo impiego delle gambe per spostarsi e, in un certo senso, contribuivano anche a migliorare la vita vegetale e animale delle regioni attraversate mediante gli escrementi umani e animali che via via essi producevano perché si era in un contesto ambientale a “circuito chiuso” secondo lo schema cibarsi – defecare – concimare – coltivare per continuare a cibarsi.

Poi quel circuito è stato “aperto”, alterato dall’utilizzo del petrolio, dalla scoperta della plastica e dai fertilizzanti chimici sicché adesso per arginare il danno, l’industria occidentale sta tentando di ricorrere alle produzioni ecosostenibili, includendovi anche il turismo che come fenomeno di massa nacque quasi due secoli fa in Inghilterra. Infatti, il 5 luglio del 1841, il pastore protestante Thomas Cook organizzò, a pagamento, una gita in treno per 570 persone da Leicester a Loughborough e le cronache dell’epoca riferirono che la sua iniziativa era stata un successo. Ma se il reverendo Cook può essere considerato l’ideatore delle agenzie di viaggio, fu di certo anche il primo inquinatore per ragioni di turismo, se si pensa che i treni dell’epoca erano alimentati con la prima forza motrice del XIX e XX secolo: il carbone minerale.

Questo piccolo excursus storico ci porta a una domanda: il turismo moderno, che è sinonimo di spostamenti rapidi e veloci da un punto all’altro della terra, può essere eco-sostenibile? Sì, purché si abbia il coraggio di dire che quello eco-sostenibile è l’esatto contrario del turismo di massa, che ogni anno (almeno così era prima della pandemia) portava milioni di visitatori nelle tradizionali mete turistiche italiane. E il nostro Paese, come si sa, per il suo retaggio storico è un sito turistico, artistico e culturale a cielo aperto, dove anche i ciottoli delle strade consolari parlano di storia.

Come se ne esce, allora, come si può inventare un altro tipo di turismo di massa pur senza diventare tutti dei novelli naturalisti alla James Audubon? Come ne usciamo senza condannare all’inedia le attività che di turismo vivono? La risposta è semplice e difficile allo stesso tempo perché implica il soddisfacimento di diverse esigenze, come la salvaguardia del patrimonio culturale, le condizioni di vita dei locali, l’insufficienza dei servizi offerti. Al riguardo si pensi a che cosa succede nei periodi di punta delle vacanze estive in città come Roma, Venezia, Parigi, Praga o Barcellona nonostante i servizi offerti perché – e questo dovrebbe essere chiaro – per quanto bene organizzato nessun servizio può reggere in presenza di un’alta concentrazione di persone su di un’area ristretta, quale può essere quella di una città.

E allora sarebbe opportuno che le istituzioni locali favorissero concretamente il “turismo responsabile” con regole e accorgimenti come strutture alloggiative eco-friendly, ristoranti che facciano uso di prodotti biologici, percorsi turistici da farsi a piedi o in bicicletta, la limitazione dell’utilizzo della plastica.

Tutto questo in aggiunta al ripensamento dei vettori quali aerei, navi e auto perché la loro alimentazione elettrica, od anche a metano, potrebbe ridurre il primo impatto negativo sull’ambiente provocato dallo spostamento di grandi masse d’individui. In alcune località si potrebbe ricorrere anche alla limitazione di utilizzo dei veicoli a motore come, peraltro, già avviene nelle isole di Capri, Ischia, Alicudi, Panarea, Stromboli, Lipari, Filicudi e Vulcano. E, dove dovesse rendersi necessario, imponendo anche il totale divieto di discesa a terra come sulla spiaggia di sabbia rosa dell’isola di Budelli.

Limiteremo al turismo la possibilità di godere della bellezza in nome dell’ambiente? Certamente no, perché con un po’ di buonsenso delle istituzioni e qualche sacrificio da parte dei cittadini, la bellezza artistica sarebbe comunque godibile, perfino da casa, grazie ai nuovi sistemi informatizzati, quelli che “traportano” – accrescono la realtà e la fanno interagire con altri sistemi.

Vizual”, ad esempio, è il più completo a moderno tra essi.

MyVizual – Con il codice promozionale : Luigi10 – paghi solo la spedizione

ULTIMI ARTICOLI

Il ritorno d'amore fra JLo e Ben Afflek ha recentemente entusiasmato gli animi romantici ed ora, la ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Con la campagna “Joints for Jabs” rivolta a tutte le persone dai 21 anni in su, a Washington si ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Decatur, area di Altanta, USA. Un supermercato è stato il luogo in cui si è svolto un omicidio ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
E' un progetto di grande portata quello messo in campo dalla Commissione europea per creare ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Roger Waters, cofondatore bassista e cantante dei Pink Floyd, ha letteralmente spedito a quel paese ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
La favola di Pinocchio che viene inghioittito da una balena, ha avuto il sequel.  E' accaduto a Cape ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Meghan e Harry di nuovo in contrasto, ma questa volta la dinastia reale non c'entra nulla. La ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Con la Bitcoin Law, El Salvador è il primo paese al mondo dove si potrà pagare e scambiare ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
L'amore fra Michele Merlo e Luna Shirin Raisa era sbocciato solo pochi mesi fa, istantaneo e ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Harry e Meghan sono genitori per seconda volta: è nata Lilibet Diana. La bambina porta un nome con ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Lui è Fabrizio Corona che, attualmente agli arresti domiciliari, ha una nuova manager che annuncia ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
La morte di Michele Merlo, in arte Mike Bird, ha scosso nel profondo molti cuori in Italia. Il ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
La ex concorrente del Grande Fratello Carolina Marconi, torna con un post a raccontare la sua ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
Giovedì 10 giugno quasi metà Italia assiterà ad una eclissi parziale del Sole. Il Sole oscurato nel ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
"Un trattamento sanitario obbligatorio è possibile solo se ha i requisiti di efficacia e sicurezza". ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
La guerra di Facebook a Donald J. Trump continua. Ecco la decisione del Board di Supervisione della ...
Foto del Profilo
Vizual_admin
error: Il contenuto è protetto !!