Vai alla barra degli strumenti

TAMERICE – Scopa di mare

(Tamarix gallica)

Pianta ornamentale molto diffusa in Italia, si tratta di un arbusto legnoso che può raggiunge un’altezza massima di 9/10 metri, semi-sempreverde; ha un tronco corto ed eretto, spesso incurvato, con una corteccia di colore cinerino solcata da profonde incisioni. La chioma è di forma cespugliosa e irregolare, di un bel colore verde-grigio glauco, con i rami lunghi, sottili e flessibili; i germogli sono di colore bruno-violaceo, con foglie alterne piccolissime e squamiformi che ricoprono quasi totalmente i rami; i fiori, piccolissimi e numerosi, di colore biancastro o rosato, sono riuniti in spighe terminali, con fioritura nei mesi da maggio a luglio. I singoli fiori sono costituiti da una corolla di 5 petali giallini o rosati, con 5 stami sporgenti e un pistillo con ovario supero, sormontato da 3 stili filiformi; il frutto si presenta come una capsula ingrossata alla base e sottile all’apice, con base triangolare. La Tamerice comune cresce negli ambienti litoranei e sui greti dei torrenti, spesso in terreni sabbiosi. Sopporta bene la salsedine, motivo per cui cresce spontanea nelle zone costiere del Mediterraneo occidentale.