Vai alla barra degli strumenti

LAGERSTROEMIA INDICA – Chioma orientale
(Lagerstroemia indica)

La Lagerstroemia Indica è la specie più diffusa, viene dal Giappone, dalla Corea e dalla Cina e ha una chioma piuttosto allargata anche se spesso finisce per essere “pettinata” a come alberello o a cespuglio. La pianta ci appare con un fusto molto liscio, color grigio marrone, e una chioma ad albero formata da foglie verde scuro e di forma ellittica. In autunno e in inverno, come accade alle altre specie, la corteccia si sfalda, in primavera e in estate invece è tempo di fiori: compaiono a mazzetti lunghi anche 20 cm con infiorescenze sulle tonalità del rosa. Curiosità: Lo sbarco della prima Lagerstroemia in Europa risale a metà ‘700, dalla Cina ha subito conquistato tutti per le sue qualità estetiche ma in verità nel suo paese di origine l’aspetto più importante era quello della produzione di legname (prezioso perché raramente attaccato dagli insetti, molto compatto e di un colore rossiccio particolare). C’è da sapere infatti che questa pianta, come del resto la maggior parte delle specie oggi conosciute, fu classificata dal botanico Linneo (Carl Nilsson Linneus), il quale decise di chiamarla così in onore ad un suo amico (Magnum Von Lagerstrom) che gli stette vicino e lo accompagnò durante i suoi studi.